Elezioni Politiche 25 settembre 2022

Con decreto n. 97 del Presidente della Repubblica del 21 luglio 2022, sono stati convocati i comizi per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per […]

Esplora contenuti correlati

“Otto donne per l’otto marzo”: nella sala del consiglio si è svolta la premiazione di otto santacrocesi.

12 Marzo 2022

Si è svolta questa mattina, nella sala del consiglio del Palazzo comunale di Santa Croce sull’Arno, la cerimonia di premiazione “Otto donne per l’otto marzo”, in cui è stato dato un riconoscimento da parte dell’Amministrazione comunale a otto cittadine santacrocesi che si sono distinte nel campo della loro professione, nella cultura, nello sport, nelle arti.
“Con questa cerimonia noi diciamo una cosa semplice: tutte e tutti hanno il diritto di sviluppare le proprie capacità, di crescere, di eccellere, indipendentemente dalle condizioni di partenza. Anche indipendentemente dal fatto che siano maschi o femmine. Sembra scontato e banale in teoria, ma nella pratica non lo è. Sono ancora tanti i pregiudizi nei confronti delle donne e sono ancora poche le donne ai vertici di società, di enti pubblici e delle istituzioni. Santa Croce ha una sindaca donna, ma fa parte di un 15% dei comuni italiani che hanno eletto una sindaca. Ma questo è solo un esempio. A tutti voglio fare un invito: quello di non smettere mai, trascorsi questi giorni intorno all’otto marzo, di chiedersi se sta portando avanti una buona abitudine che vada verso una vera parità di genere. È importante l’impegno quotidiano, non soltanto il singolo giorno” dichiara l’assessora Nada Braccini.

Ecco, di seguito, le donne che sono state premiate ed una loro breve presentazione.

Vittoria Becchetti
Giovane video artista e regista nel mondo dell’arte contemporanea e del cinema autoriale, cura la regia di campagne pubblicitarie per alcuni brand della moda. Qualcuno recentemente l’ha incontrata all’Internet Festival con il suo “I am |A|”, un progetto audiovisivo per cui è stata premiata al New York City Independent Film Festival 2021 dove si è aggiudicata il titolo di Miglior Film Sperimentale dell’anno; ha ricevuto anche le nomination come Miglior Film Sperimentale e per la Colonna Sonora al Prisma Rome Independent Film Awards.

Brunella Brotini
Prima donna medico a Santa Croce, medico di famiglia, vero e proprio punto di riferimento, negli anni, per tutta la comunità santacrocese e non solo per le proprie e i propri pazienti. Adesso, in pensione, si dedica al volontariato impegnandosi nella Pubblica Assistenza di Santa Croce sull’Arno ed in particolare con il Centro Aiuto Donna Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli. Il suo contributo professionale non è mancato durante la pandemia mettendosi a disposizione della campagna vaccinale.

Grazia Chiarini
Medico di famiglia, impegnata anche nella vita istituzionale di Santa Croce sull’Arno come consigliera comunale con delega alle Pari Opportunità. Adesso, in pensione, è formatrice per la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari ed è una convinta sostenitrice della medicina narrativa. Da sempre attiva nel mondo del volontariato e del sociale, da molti anni è presidente della Commissione Consultiva della Casa di Riposo Giovanni Meacci.
Attualmente sta coordinando, con un team di partner internazionali, la scrittura di un manuale e di un “gioco serio” per un progetto europeo fondato sull’autobiografia.

Lavinia Consani
Vive per i pattini, è giovanissima, ha vinto numerose competizioni anche nazionali di pattinaggio artistico su rotelle. Nonostante un infortunio l’abbia costretta a fermarsi la sua determinazione l’ha portata ad essere una giovane promessa della Polisportiva Coop Empoli, allenandosi con passione e spirito di sacrificio, raro da trovare nelle ragazze e nei ragazzi della sua età.

Meri Giacomelli
Storica commerciante del centro storico di Santa Croce sull’Arno, Meri ha attraversato decenni di vita santacrocese nel suo negozio di merceria, aperto in corso Mazzini dal 1933.
Oggi, dopo una lunga e intensa carriera, Meri ha lasciato ai suoi figli il timone dell’attività che continua ad essere un punto di riferimento per tutte e tutti i santacrocesi.

Roberta Magi
Imprenditrice, alla guida della Tag chimica di Santa Croce sull’Arno, ha scelto di affidare a donne i settori strategici dell’azienda. Nel suo percorso ha iniziato come dipendente e dopo un periodo di formazione durante gli anni della attività lavorativa, ha ottenuto il diploma serale in chimica conciaria. Una volta affermatasi come professionista ha deciso di sostenere in maniera continuativa le donne vittime di violenza attraverso l’associazione “Differenza donna”, socia fondatrice dell’Associazione nazionale D.I.Re. – Donne in Rete contro la violenza.

Simonetta Melani
Artista: incisora, pittrice, illustratrice, originaria di Castelfranco, ma santacrocese di adozione ormai da moltissimi anni, ha ricoperto a lungo la carica di Presidente della Commissione Centro Attività Espressive Villa Pacchiani. Da sempre attenta alla vita sociale, femminista, fondatrice del Gruppo Donneinsieme, nato a Santa Croce alla fine degli anni settanta.
Spirito indomato, grande sognatrice, è stata anche maestra elementare ed ha lasciato, in chiunque l’abbia incontrata, il segno della sua passione per le cose del mondo.

Letizia Quaglierini
Durante la sua lunga carriera di maestra e insegnante di inglese Letizia ha coltivato la scrittura dando alla luce romanzi e poesie per i quali ha ricevuto molti premi e riconoscimenti a livello nazionale, l’ultimo in ordine di tempo lo ha conseguito con il romanzo “Milano e lo sconosciuto” al Premio letterario Milano international – Sezione romanzo inedito e raccolta di racconti.
Ha dedicato parte della sua vita anche alla politica e alle istituzioni di Santa Croce sull’Arno, ricoprendo per alcuni anni il ruolo di vicesindaca.

“Quella di oggi è stata la quarta edizione dell’iniziativa “Otto donne per l’otto marzo”.
Iniziammo insieme a Carla Zucchi e poi abbiamo proseguito negli anni, perché è giusto raccontare le storie delle donne di Santa croce sull’Arno che si sono distinte in vari ambiti e sottolineare l’importanza dei risultati che hanno raggiunto, perché viviamo ancora in un mondo in cui celebrare un talento maschile sembra più naturale che applaudire un genio femminile. È stato emozionante tornare a vivere questo momento in presenza” dichiara Giulia Deidda, sindaca di Santa Croce sull’Arno. “Spero che questo graduale ritorno alla normalità non si arresti di nuovo. I venti di guerra che soffiano alle porte dell’Europa purtroppo non promettono niente di buono, ma è bello vedere che la comunità santacrocese ha già attivato una rete di solidarietà ed è disponibile ad aiutare la popolazione ucraina in fuga dalla morte e dalla distruzione. Lo scorso anno abbiamo premiato tutte le donne impegnate nelle attività di volontariato che durante la pandemia hanno dimostrato la loro determinazione nel non lasciare nessuno da solo nei momenti di difficoltà. Quest’anno voglio ringraziarle di nuovo, perché in questi giorni si stanno dando da fare per la raccolta di beni di prima necessità da distribuire nei campi profughi aperti ai confini dell’Ucraina”, conclude.

 

Santa Croce sull’Arno, 12 Marzo 2022
Fonte: Ufficio Comunicazione Comune di Santa Croce sull’Arno

 

Condividi: