Elezioni Politiche 25 settembre 2022

Con decreto n. 97 del Presidente della Repubblica del 21 luglio 2022, sono stati convocati i comizi per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per […]

Esplora contenuti correlati

Toscana zona bianca da lunedì 21 giugno 2021

19 Giugno 2021

Ecco di seguito un promemoria delle misure da rispettare in zona bianca in vigore dal 21 giugno 2021.

SPOSTAMENTI

Finisce il coprifuoco, nessun limite su orari o motivi dello spostamento.

BAR E RISTORANTI

È possibile consumare cibi e bevande anche all’interno, senza limiti orari.
Si può consumare al bancone.

La distanza tra i tavoli deve essere di almeno 1 metro, se non presenti barriere di separazione.
Nessun limite per i tavoli all’aperto; ai tavoli al chiuso non possono stare sedute più di 6 persone, se non dello stesso nucleo familiare.
I clienti devono indossare la mascherina se non seduti al tavolo.

EVENTI SPORTIVI

È consentita la presenza di pubblico, nei limiti già previsti (25 per cento della capienza massima, con il limite di 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), per tutte le competizioni o eventi sportivi (non solo a quelli di interesse nazionale).

FESTE E CERIMONIE

Possibili, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, tramite uso della “certificazione verde”.
Consentite anche fiere, sagre, convegni e congressi.

DIVERTIMENTO

Aperti al pubblico parchi tematici e di divertimento nel rispetto delle linee guida e dei protocolli.
Aperte sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso, ma senza ballare; si potrà solo ascoltare musica, mangiare e bere.
Aperte sale giochi, sale scommesse e sale bingo.
Aperte tutte le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.

PISCINE E CENTRI TERMALI

Possono riaprire le piscine al chiuso le piscine termali, i centri natatori e i centri benessere, nel rispetto delle linee guida e dei protocolli.
È consentito l’uso delle docce nelle palestre e nelle piscine.

CORSI

È nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza.

Restano in vigore il divieto di assembramento, l’obbligo di distanziamento interpersonale, l’uso obbligatorio della mascherina, all’aperto quando non si può mantenere la distanza e al chiuso nei luoghi pubblici, la santificazione nei luoghi chiusi e l’aerazione, oltre all’adozione dei protocolli di sicurezza previsti per i differenti settori.

Condividi: