Elezioni Politiche 25 settembre 2022

Con decreto n. 97 del Presidente della Repubblica del 21 luglio 2022, sono stati convocati i comizi per le elezioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per […]

Esplora contenuti correlati

Sintesi dei provvedimenti degli ultimi giorni: Nuovo Dpcm di Conte, Toscana arancione dal 6 dicembre, Nuova ordinanza regionale di Giani

5 Dicembre 2020

Si prega di fare attenzione a quanto segue. Le novità introdotte sono molte, quindi si raccomanda di leggere e rispettare le nuove indicazioni.

PARTE 1 Conte firma nuovo Dpcm per regolamentare gli spostamenti durante le Feste.

FESTIVITÀ 2020-2021. SPOSTAMENTI
Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021è vietato lo spostamento tra Regioni.
Nelle giornate del 25 dicembre 2020, 26 dicembre 2020 e 1° gennaio 2021 è vietato anche lo spostamento tra Comuni.
Sono consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute o necessità.
È consentito il rientro presso la propria residenza, domicilio o abitazione, ma non ci si può spostare nelle seconde case ubicate in un’altra Regione o Provincia autonoma.

PARTE 2 Il ministro Speranza firma l’ordinanza: la Toscana torna in zona arancio da domenica 6 dicembre 2020

SPOSTAMENTI IN GENERALE
Vietati gli spostamenti tra regioni tranne che per motivi di lavoro, salute o necessità.
Vietati gli spostamenti tra comuni, tranne che per motivi di lavoro, salute o necessità o per usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune.
Dalle 22.00 alle 5.00 del giorno successivo non ci si deve spostare se non per motivi di lavoro, salute o necessità.
E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio abitazione o residenza.

Modello di autocertificazione
Il modello di autocertificazione è disponibile qui: https://www.interno.gov.it/sites/default/files/2020-10/modello_autodichiarazione_editabile_ottobre_2020.pdf

RISTORAZIONE
Le attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono chiuse e possono fare asporto fino alle 22.00 e consegna a domicilio.
Sono aperte le mense e il catering continuativo, a patto che adottino e rispettino protocolli anticontagio.

SERVIZI ALLA PERSONA
Le attività di servizi alla persona possono restare aperte.

ATTIVITÀ COMMERCIALI
Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che siano assicurati:
– distanza;
– ingressi dilazionati;
– una permanenza all’interno dei locali non inutilmente prolungata;
– protocolli anticontagio.
Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi i centri commerciali, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita alimentari e/o di prodotti agricoli, tabacchi, edicole.
Fino al 6 gennaio 2021, i negozi possono restare aperti fino alle 21.00.

SCUOLA E FORMAZIONE
Le attività delle scuole dell’Infanzia e primaria, nonché quelle della secondaria di primo grado si svolgono in presenza.
Per le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado è prevista la didattica digitale integrata al 100% fino alle vacanze natalizie.
Dal 7 gennaio 2021 è previsto il 75% delle attività didattiche in presenza.

BIBLIOTECHE E ARCHIVI
Biblioteche e archivi possono restare aperti, ma vi si accede soltanto su prenotazione.

SPORT
È consentito svolgere attività sportiva o motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché nel rispetto della distanza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di un metro per ogni altra attività, salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti.
Consentiti soltanto eventi e competizioni riguardanti sport individuali e di squadra di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Coni e del Cip. Tali eventi dovranno svolgersi a porte chiuse, così come gli allenamenti.


PARTE 3 Giani firma una nuova ordinanza regionale.

Il Presidente Giani ha firmato una nuova ordinanza che regola gli spostamenti e le attività in vigore da domani.

Ecco i dettagli:

Sono consentiti gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione:

  • In comuni limitrofi per prodotti necessari alle proprie esigenze o per maggiore convenienza economica, anche per accedere ai ristoranti con asporto;
  • In comuni limitrofi per usufruire, in caso di rapporto fiduciario consolidato, di attività e servizi alla persona (ad esempio parrucchieri, estetisti, carrozzieri)
  • Per andare a trovare, anche in comuni di aree differenti, i figli presso l’altro genitore;
  • Per la cura dei terreni e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo;
  • Per raggiungere seconde case, camper o roulotte, imbarcazioni di proprietà per manutenzione e riparazione necessarie e urgenti in tutta la Regione;
  • Per attività di raccolti tartufi e funghi a titolo professionale;
  • Per accudire gli animali allevati.

È consentito svolgere:

  • Attività dei centri estetici;
  • Attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali;
  • Attività di controllo faunistico ai sensi dell’art 37 della LR 3/1994 e nel rispetto delle condizioni previste;
  • Attività venatoria nel comune di residenza, domicilio o abitazione, nell’ATC di residenza venatoria e negli appostamenti fissi autorizzati dalla Regione;
  • Attività di pesca sportiva e dilettantistica nella propria provincia di residenza, domicilio o abitazione in forma individuale.

Per i centri culturali, centri sociali e centri ricreativi è consentito, esclusivamente a favore dei rispettivi associati, effettuare la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze.

Per l’accesso ai servizi delle biblioteche la prenotazione può essere effettuata a distanza oppure direttamente sul posto prima di accedere al servizio.

Le attività motorie e di sport di base presso centri e circoli sportivi possono essere svolte all’aperto.

Il rientro presso residenza, domicilio, abitazione dalle zone arancioni e rosse è consentito solo per coloro che hanno sul territorio regionale il proprio medico di medicina generale o il pediatra di famiglia. Sono comunque consentiti i rientri motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, per motivi di salute o di studio.

Nei corsi di formazione professionale sono consentite in presenza le attività di laboratorio e gli stage. Tutte le altre attività si svolgono a distanza. L’attività di scuole di musica, di pittura, di fotografia, di teatro, di lingue straniere e altri corsi, compresi gli eventuali esami, è svolta a distanza se collettiva o in presenza se individuale. Le attività destinate ai bambini e ai ragazzi può essere svolta in maniera collettiva.

Gli spostamenti devono essere autocertificati indicando tutti gli elementi necessari per la relativa verifica.

Allegati

File Dimensione del file
pdf Modello autodichiarazione editabile - ottobre 2020 627 KB
Condividi: