AVVISO ALLERTA METEO CODICE ARANCIONE

Pubblicato il: 21 Gennaio 2021 News

Allerta meteo codice GIALLO-FASE DI VIGILANZA dalle ore 00.00 di venerdì 22/01/2021 alle ore 10.00 di venerdì 22/01/2021 (RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE).

Allerta meteo codice ARANCIONE-FASE DI ATTENZIONE dalle ore 10.00 di venerdì 22/01/2021 alle ore 23.59 di venerdì 22/01/2021 (RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE).

Allerta meteo codice GIALLO-FASE DI VIGILANZA dalle ore 12.00 di venerdì 22/01/2021 alle ore 23.59 di venerdì 22/01/2021 (RISCHIO TEMPORALI FORTI).

 

Fenomeni previsti

Una profonda depressione con minimo sul Mare del Nord pilota correnti umide atlantiche verso l'Europa. Una perturbazione inserita in tale flusso interesserà l'Italia nella giornata di domani, venerdì.

PIOGGIA: Oggi, giovedì, molto nuvoloso con precipitazioni più frequenti e abbondanti sulle zone settentrionali, in particolare a ridosso dei rilievi appenninici di nord ovest. Neve oltre i 1400-1500 metri in innalzamento di quota specialmente in serata. Sulle zone di nord ovest cumulati medi non significativi su Lunigiana e Garfagnana; cumulati massimi non elevati. Sul resto della regione cumulati non significativi.

Domani, venerdì, piogge inizialmente più frequenti sulle zone settentrionali, soprattutto sui rilievi. Dal pomeriggio ulteriore peggioramento con precipitazioni diffuse, più frequenti e abbondanti sul nord della regione e sui rilievi in genere. Possibilità di locali temporali, anche di forte intensità, tra il pomeriggio e la sera. Quota neve intorno a 1600-1700 metri sull'Appennino, in calo fino a 1300-1400 metri in serata.

Sulle zone di nord-ovest cumulati medi abbondanti, massimi molto elevati sui rilievi. Sul pistoiese cumulati medi abbondanti, massimi elevati sui rilievi. Sul resto delle zone settentrionali su quelle montuose in genere (Appennino toscoromagnolo, Amiata e Colline Metallifere) cumulati medi significativi, massimi elevati; altrove cumulati medi significativi, massimi non elevati.

TEMPORALI: Oggi, giovedì, nulla da segnalare. Domani, venerdì, temporali sparsi dal pomeriggio in estensione dalla costa al resto della regione, anche di forte intensità. Possibilità di colpi di vento e grandinate.

VENTO: Domani, venerdì, rinforzo dei venti di Libeccio dal pomeriggio: forti raffiche sulla costa centro-meridionale e sui rilievi collinari e montuosi e soprattutto sulle zone sottovento all'Appennino, raffiche tese altrove.

 

Descrizione delle criticità previste:

Sulla base delle previsioni meteorologiche odierne e delle valutazioni dei possibili effetti al suolo effettuate, si prefigurano i seguenti scenari di criticità:

Criticità GIALLO dalle ore 00.00 di venerdì 22/01/2021 alle ore 10.00 di venerdì 22/01/2021 (RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE).

Criticità ARANCIONE dalle ore 10.00 di venerdì 22/01/2021 alle ore 23.59 di venerdì 22/01/2021 (RISCHIO IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE).

Criticità GIALLO dalle ore 12.00 di venerdì 22/01/2021 alle ore 23.59 di venerdì 22/01/2021 (RISCHIO TEMPORALI FORTI).

 

Descrizione degli scenari di evento previsti:

IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE

Criticità Giallo: Possibilità di innesco di frane superficiali/colate rapide di detriti o fango in bacini di dimensioni limitate e ruscellamenti superficiali anche con trasporto di materiale con conseguenti possibili danni localizzati alle infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali esposti; possibile innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua minori, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti, ecc); possibile scorrimento superficiale delle acque nelle strade con fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque piovane e con possibile tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse, dei locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo le vie potenzialmente interessate da deflussi idrici; possibili temporanee interruzioni della rete stradale e/o ferroviaria in prossimità di impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, etc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi; possibili limitati danni alle opere idrauliche e di difesa delle sponde, alle attività agricole, ai cantieri, agli insediamenti civili e industriali in alveo; possibili criticità connesse a localizzate cadute massi.

IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE

Criticità Arancione: Possibilità di fenomeni diffusi di instabilità di versante, localmente anche profonda, in contesti geologici particolarmente critici nonché di frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango; possibilità di significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, e di aperture di voragini per fenomeni di erosione; possibilità di innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti, etc.). Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo vie potenzialmente interessate da deflussi idrici e danni e allagamenti a singoli edifici o centri abitati, infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali esposti ai suddetti fenomeni; possibili interruzioni della rete stradale e/o ferroviaria in prossimità di impluvi e a valle di frane e colate di detrito in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico; possibili danni alle opere di contenimento, regimazione e attraversamento dei corsi d'acqua; possibili danni a infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali situati in aree inondabili; possibili criticità connesse a cadute massi in più punti del territorio.

TEMPORALI FORTI

Criticità Giallo: In uno scenario caratterizzato da elevata incertezza previsionale, saranno possibili fenomeni intensi occasionalmente pericolosi per l'incolumità delle persone e in grado di causare disagi e danni a carattere locale.

Saranno possibili gli effetti riconducibili al rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore, che potrebbero verificarsi in maniera repentina ed improvvisa.

A causa delle violente raffiche di vento, saranno possibili ulteriori effetti tra cui ad esempio, rottura di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole, danni alle strutture provvisorie e/o agli edifici, abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, trasporto di materiale, disagi e/o interruzione della viabilità e danneggiamenti alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con conseguenti interruzioni.

Nel caso in cui si verifichino grandinate saranno inoltre possibili danni alle colture agricole, alle coperture degli edifici e agli automezzi.

Infine a causa delle fulminazioni saranno possibili danneggiamenti agli edifici, alberi e alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) ed eventualmente l'innesco di incendi in aree boschive.

 

SI RACCOMANDA:

1. Di fare attenzione all’aperto, in particolare in presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti;

2. Di prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d’acqua e delle zone depresse e comunque a rischio;

3. Di non sostare nelle zone circostanti gli alvei dei corsi d’acqua e di stare lontano dagli argini;

4. Di mettersi in viaggio in auto o moto solo se necessario, procedendo a velocità ridotta e prestando comunque la massima attenzione alla presenza di detriti o di allagamenti in strada;

5. Di non attraversare con l’auto zone allagate, anche pochi centimetri possono far perdere il controllo del veicolo o causarne lo spegnimento;

6. Di non camminare in zone allagate anche se apparentemente con poca acqua in quanto potrebbero esserci tombini aperti o buche;

7. Di mettere al sicuro i beni collocati in locali allagabili e di non parcheggiare le auto nelle zone depresse e comunque a rischio;

8. Di non sostare in cantine e nei locali seminterrati potenzialmente allagabili, salire ai piani alti senza usare l’ascensore.

Per ulteriori consigli sui comportamenti da adottare consultare il sito della Regione Toscana http://www.regione.toscana.it/allertameteo

 

Per aggiornamenti consultare il sito del Comune www.comune.santacroce.pi.it oppure il sito www.cfr.toscana.it

 

IL SINDACO

Giulia Deidda

 

Santa Croce sull'Arno, 21/01/2021

© 2015 Comune di Santa Croce Sull'Arno - Centralino: 0571 38991 | Fax: 0571 30898 | Email: comune.santacroce@postacert.toscana.it