TORNA ALLA VERSIONE GRAFICA

COMUNE DI SANTA CROCE


lòdfgLorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Vivamus tincidunt. Curabitur orci. Donec in diam at tellus vestibulum blandit. In a est at arcu malesuada venenatis. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus luctus dui id leo. Nulla facilisi. Proin eu est. Etiam vulputate aliquam lacus. Vestibulum nec tortor. Integer neque nunc, venenatis quis, laoreet in, tincidunt sed, lorem. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus

CONTENUTI

Comune di Santa Croce

Bando Regionale Por-Fse per il sostegno ai servizi per la prima infanzia anno educativo 2018-2019



La Regione Toscana, Settore educazione e istruzione, ha emanato un nuovo avviso pubblico finalizzato a promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana nell’anno educativo 2018/2019 l'offerta di servizi educativi per la prima infanzia (3-36 mesi) , anche in ottica di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, per assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro, così come stabilito nella raccomandazione (2008/867/CE) della Commissione sull’inclusione attiva.

L’investimento sulla prima infanzia infatti rappresenta per la Regione Toscana un’area di attenzione particolarmente importante che, coerentemente con quanto sostenuto dalla Raccomandazione della Commissione Europea “Investire nell’infanzia per rompere il circolo vizioso dello svantaggio sociale” (2013/112/UE), si sviluppa con servizi di educazione ed accoglienza per l’infanzia di qualità e di tipo universalistico.

Il Comune di Santa Croce sull’Arno alla scadenza del 25 luglio 2018 ha presentato un progetto preliminare, con obiettivi e finalità generali coerenti con quelli del bando regionale, ed ha ottenuto un contributo pari a circa € 48.538,24 attraverso il quale sarà possibile sostenere parte del costo del personale a cui è conferita, mediante appalto, la gestione della terza sezione, a tempo lungo, del nido comunale e del Centro Bambini e Genitori “La Ghironda”.

Il Comune potrà così da un lato ampliare l'offerta del servizio, assicurando le migliori condizioni educative e di socializzazione dei bambini, dall’altro mantenere invariate le tariffe per la frequenza al nido comunale, che non hanno subito nessun aumento dall'anno scorso.