TORNA ALLA VERSIONE GRAFICA

COMUNE DI SANTA CROCE


lòdfgLorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Vivamus tincidunt. Curabitur orci. Donec in diam at tellus vestibulum blandit. In a est at arcu malesuada venenatis. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus luctus dui id leo. Nulla facilisi. Proin eu est. Etiam vulputate aliquam lacus. Vestibulum nec tortor. Integer neque nunc, venenatis quis, laoreet in, tincidunt sed, lorem. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus

CONTENUTI

Comune di Santa Croce

Per la civiltà, contro la barbarie



Comunicato

PER LA CIVILTA', CONTRO LA BARBARIE

Santa Croce sull'Arno, città da sempre civile e accogliente, ha appreso con profonda indignazione dei gravissimi fatti di sangue perpetrati a Firenze in danno di alcuni cittadini senegalesi, due dei quali hanno barbaramente perso la vita.
La nostra città ospita da alcuni anni una numerosa e pacifica comunità senegalese, composta da uomini, donne e bambini, che qui vive, lavora e studia.
Ho ricevuto, insieme alla Giunta Comunale, i rappresentanti di questa significativa parte della nostra comunità per esprimere loro la vicinanza e la solidarietà dell'intera Santa Croce sull'Arno, unite allo sdegno ed alla più ferma condanna e riprovazione per questo indicibile episodio di chiara natura razzista.
Quasi in contemporanea all'anniversario della dichiarazione universale dei diritti dell'uomo ed a pochi giorni da un altro episodio inaccettabile di razzismo come quello di Torino, si è assistito ad una nuova profonda violazione della civiltà, che sarebbe irresponsabile e colpevole sottovalutare.
Ho condiviso con la comunità senegalese la necessità che la loro dura e legittima rabbia, che è anche la nostra, debba manifestarsi, ancora di più in questi momenti, con il massimo senso di responsabilità e civiltà.
Ho assicurato loro il fatto che le istituzioni democratiche ed i loro organi sono fermi presidi della legalità, sicuri baluardi contro ogni forma di intolleranza e razzismo e centri di promozione della dignità umana di tutte le persone qualunque sia la loro provenienza e condizione e che questa Amministrazione considera la coesione sociale il bene primario della comunità.
Linguaggi, comportamenti e norme con chiari contenuti di esclusione e intolleranza verso i cittadini immigrati, hanno fatto purtroppo proliferare episodi gravissimi di razzismo anche in città civilissime e accoglienti come Firenze e Torino.
Questa barbarie non può essere più tollerata e nemmeno sottaciuta.
Occorre una nuova apertura politica e culturale che produca un riscatto morale e civile che tenda sempre di più ad interessarsi anche gli "altri" e non ad escluderli.
Questo porterebbe anche il nostro Paese a considerare l'immigrazione come un fenomeno ormai irreversibile da governare (non da nascondere o respingere) secondo i principi della civiltà, dei diritti e della dignità delle persone tutte.

IL SINDACO
Osvaldo Ciaponi

Santa Croce sull'Arno, 14 dicembre 2011

 

 

 



 

Altre News