TORNA ALLA VERSIONE GRAFICA

COMUNE DI SANTA CROCE


lòdfgLorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Vivamus tincidunt. Curabitur orci. Donec in diam at tellus vestibulum blandit. In a est at arcu malesuada venenatis. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus luctus dui id leo. Nulla facilisi. Proin eu est. Etiam vulputate aliquam lacus. Vestibulum nec tortor. Integer neque nunc, venenatis quis, laoreet in, tincidunt sed, lorem. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus

CONTENUTI

Comune di Santa Croce

Due proposte concrete per superare le troppe polemiche estive



Il mese di agosto è stato caratterizzato, a Santa Croce sull'Arno, da tutta una serie di polemiche accuse da parte della minoranza consiliare, in particolare su due questioni: il "tubone" e i presunti conflitti d'interesse e la poca trasparenza nell'operato di un po' tutti gli assessori comunali.
Al di là dei chiarimenti che, di volta in volta, abbiamo ritenuto necessario dare per rispondere almeno alle accuse più inverosimili, abbiamo ritenuto che il modo migliore per superare tali polemiche fosse passare dalle parole ai fatti.

Per questa ragione, all'ordine del giorno del Consiglio comunale di lunedì prossimo 27 settembre, abbiamo, ad esempio, inserito uno specifico punto riguardante il "tubone" e le modalità di gestione dei nostri depuratori.
In questo modo tutti i consiglieri (compresi i neo eletti) avranno innanzi tutto la possibilità di conoscere in maniera dettagliata l'intero progetto, grazie all'illustrazione dell'ing.. Franco Gallori che, per conto della Regione Toscana, ha seguito fin dall'inizio l'accordo di programma.
Inoltre, a tutti i gruppi consiliari sarà presentata l'iniziativa assunta nelle scorse settimane dai Sindaci di Santa Croce sull'Arno, San Miniato, Fucecchio e Castelfranco di Sotto, dalla Provincia di Pisa e dall'Autorità di Ambito, per il mantenimento, in sede di attuazione del progetto, delle attuali modalità di gestione dei nostri impianti di depurazione e su di essa saranno chiamati ad esprimersi.
E' questa una questione decisiva, sia da un punto di vista ambientale che economico e per questo, al di là appunto delle polemiche, è quanto mai utile conoscere l'opinione di tutti i gruppi consiliari.
L'altro punto all'ordine del giorno di particolare interesse è l'istituzione della "anagrafe pubblica degli eletti".
Saremo cioè uno dei primissimi Comuni italiani ad adottare formalmente uno strumento messo a punto a fine luglio dall'ANCI, finalizzato ad assicurare piena trasparenza all'operato degli amministratori pubblici.
Con l'istituzione dell'"anagrafe" il Comune di Santa Croce sull'Arno si impegna infatti, tra l'altro, a rendere pubblici sul proprio sito, entro il termine perentorio di sei mesi:
- lo stipendio, i rimborsi e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo dal Sindaco, dagli Assessori e dai Consiglieri comunali;
- le dichiarazioni dei redditi e degli interessi finanziari del Sindaco, Assessori e Consiglieri, relativi all'anno precedente l'assunzione dell'incarico, agli anni in cui questo è ricoperto e all'anno successivo;
- le dichiarazioni attestanti i eventuali finanziamenti, benefici o doni eventualmente ricevuti dal Sindaco, Assessori e Consiglieri;
- i nominativi dei consiglieri di amministrazione di ogni Società controllata dal Comune ed i relativi emolumenti.
Anche in questo caso, siamo in presenza di una proposta molto concreta, per passare realmente, su temi così delicati, dalle parole ai fatti e per questa ragione meriterebbe davvero il voto favorevole di tutto il Consiglio comunale.

IL SINDACO
(Osvaldo Ciaponi)

Santa Croce sull'Arno, 24 settembre 2010