TORNA ALLA VERSIONE GRAFICA

COMUNE DI SANTA CROCE


lòdfgLorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Vivamus tincidunt. Curabitur orci. Donec in diam at tellus vestibulum blandit. In a est at arcu malesuada venenatis. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus luctus dui id leo. Nulla facilisi. Proin eu est. Etiam vulputate aliquam lacus. Vestibulum nec tortor. Integer neque nunc, venenatis quis, laoreet in, tincidunt sed, lorem. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus

CONTENUTI

Comune di Santa Croce

Momentanea indisponibilità dell'area di raccolta realizzata da questa Amministrazione in Via Marco Polo



Comunicato stampa

Il 10 luglio 2008, con la deliberazione n. 219, la Giunta Comunale decise di realizzare il nuovo cantiere comunale nettezza urbana, con annessa stazione ecologica, in un'area compresa tra Via di Pelle, Via Marco Polo, Via Vespucci e Largo Vasco de Gama.
Nei mesi successivi fu anche indetta la gara d'appalto per la realizzazione dell'opera, in permuta dell'attuale magazzino comunale, che tuttavia andò deserta.
Preso atto di ciò, nel dicembre scorso, la Giunta ritenne opportuno realizzare in quell'area, lungo Via Marco Polo, almeno la stazione ecologica, in modo da far fronte alle "gravi difficoltà che si stavano verificando nell'ambito dello smaltimento dei rifiuti".
Con la deliberazione n. 308 del 3 dicembre 2009, fu approvato il relativo progetto per una spesa prevista 229.527 euro, in parte cofinanziata da A.T.O. Costa.
Nel frattempo, di fronte all'impossibilità di continuare a conferire i rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata presso la Ditta Ecolevante, fu deciso di rivolgersi alla Geofor di Pontedera, di cui il Comune è socio.
Già nel giro di poche settimane, questo determinò un insostenibile accumulo di questi particolari rifiuti nel cantiere comunale, a causa della maggiore lontananza della nuova destinazione finale e quindi dell'impossibilità di effettuarvi conferimenti giornalieri.
Si decise allora, nell'area dove sorgerà la futura stazione ecologica, di realizzarvi intanto un'area recintata dove depositare provvisoriamente (al massimo per due giorni), in attesa del loro trasporto a Geofor, i rifiuti non inquinanti e non pericolosi provenienti dalla raccolta differenziata, ovvero i rifiuti ingombranti (sopratutto mobili) e quelli derivanti da potature e sfalci d'erba che andiamo a ritirare dalle famiglie.
Giovedì scorso, a seguito di una segnalazione anonima, un ufficiale del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Firenze ha fatto un sopralluogo sull'area in questione e ritenendo che, come è scritto nel verbale, la presenza di rifiuti ingombranti o di rifiuti vegetali crei "una minaccia per la salute pubblica", ha ritenuto di sottoporre l'area a sequestro preventivo.
Nei prossimi giorni, ovviamente, non mancheremo di documentare alla magistratura, cui spetta la convalida del sequestro, la correttezza dell'operato dell'attuale e della precedente Giunta, nonché dell'attuale e del precedente responsabile del settore e di chiedere il dissequestro dell'area in modo da rendere l'area nuovamente operativa.
Nel frattempo però ci corre l'obbligo di informare la cittadinanza che, non potendo più disporre di quest'area di raccolta provvisoria, siamo costretti, per il momento e fatte salve situazioni di assoluta urgenza, a sospendere il servizio di ritiro gratuito dalle abitazioni dei rifiuti ingombranti e verdi.
Si tratta di un servizio finalizzato ad evitare la discarica abusiva in aree improprie di questi materiali ed a risolvere i problemi che tante famiglie incontrano quando devono disfarsi di qualcosa di diverso dagli abituali rifiuti domestici.
Per questa ragione, più ancora delle conseguenze giudiziarie che ci possono riguardare e su cui ci sentiamo assolutamente tranquilli, ciò che ci dispiace e ci amareggia di più di questo sequestro è questa improvvisa, anche se ci auguriamo breve, interruzione di un'attività di tutela ambientale da tutti apprezzata (nel 2010, da gennaio ad oggi, abbiamo ricevuto oltre 1.100 richieste di ritiro di rifiuti ingombranti) ed a cui questa Amministrazione teneva particolarmente.

LA GIUNTA COMUNALE

 

Santa Croce sull'Arno, 6 settembre 2010

-------------------------------

AVVISO ALLA CITTADINANZA

 

A causa della momentanea indisponibilità dell'area di raccolta realizzata da questa Amministrazione in Via Marco Polo è provvisoriamente
sospeso il servizio di ritiro,sia a domicilio che presso il cantiere comunale,
dei rifiuti ingombranti e di quelli derivanti da potature o sfalci d'erba.

Eventuali situazioni di forza maggiore, che possono rendere necessarie eccezionali deroghe alla presente diposizione, vanno segnalate al Cantiere Comunale (tel. 0571 31748).

Si ricorda infine che è vietato e sanzionato dalla legge l'abbandono dei rifiuti in aree improprie (o anche nei pressi dei cassonetti della nettezza urbana)

IL SINDACO
(Osvaldo Ciaponi)

 

Santa Croce sull'Arno, 6 settembre 2010