TORNA ALLA VERSIONE GRAFICA

COMUNE DI SANTA CROCE


lòdfgLorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Vivamus tincidunt. Curabitur orci. Donec in diam at tellus vestibulum blandit. In a est at arcu malesuada venenatis. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus luctus dui id leo. Nulla facilisi. Proin eu est. Etiam vulputate aliquam lacus. Vestibulum nec tortor. Integer neque nunc, venenatis quis, laoreet in, tincidunt sed, lorem. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus

CONTENUTI

Comune di Santa Croce

Festeggiare l'8 Marzo non è uno spreco



8 Marzo: qualcuno ricorda questo giorno come la Festa della Donna noi vogliamo ricordarlo come la Giornata Internazionale delle Donne, ed è con la consapevolezza di questa differenza che abbiamo pensato le iniziative legate a questo giorno, che nel nostro comune si concretizzeranno in un omaggio per la cittadinanza, lo spettacolo teatrale "Diario di una diversa", e in un omaggio, il libro "Le madri non cercano il Paradiso", per tutte le donne che a vario titolo portano avanti la loro attività lavorativa, amministrativa e politica nel nostro comune. Si tratta di iniziative che rientrano in una tradizione che la nostra amministrazione, come molte altre nella nostra provincia, porta avanti ormai da anni con l'obiettivo di non sminuire questa giornata, sottolineando il valore del ricordo di un doloroso episodio storico, spesso reso opaco dai lustrini dell'anima commerciale della nostra società, e ricordando la consapevolezza che il cammino verso la parità tra generi è ancora in salita.
Nei giorni scorsi sono state rese note cifre che sarebbero state spese per questa occasione; ci preme sottolineare, a riguardo, che la cifra oggetto di polemica non corrisponde all'ammontare della spesa per queste iniziative, ma che deve intendersi come intero capitolo di spesa, annuale, destinato alle Pari Opportunità, ovvero dedicato al finanziamento di tutte quelle attività ideate e promosse sia dalla relativa Consulta sia dal Comitato d'Ente; un piccolo ma prezioso riconoscimento di autonomia, per questi organismi, conquistato negli ultimi anni.
A qualcuno potrà sembrare superfluo che il comune abbia un capitolo di spesa dedicato alle Pari Opportunità, non dimentichiamo che in Italia esiste un apposito ministero a ricordarci che la parità di genere è ancora una finalità da perseguire; il nostro capitolo di spesa, quindi, non è né un vezzo né un fronzolo, bensì la volontà politica di avere la possibilità concreta di dare voce all'universo delle questioni femminili, per affrontare con dibattiti, discussioni, eventi culturali la questione sociale che, sotto vari aspetti, purtroppo ancora riguarda le donne, e che, in tempo di crisi sociale ed economica, le riguarda ancora di più.
Le Pari Opportunità sono un ambito che affronta tematiche assolutamente trasversali, un ambito che ha visto in questi anni l'impegno di tante donne appartenenti, a vario titolo, alla Consulta e al Comitato d'Ente. Augurandoci che nessuno di questi strumenti istituzionali porga il fianco a facili strumentalizzazioni, continuiamo a credere che la voce delle donne debba risuonare all'unisono nel percorso verso la parità di genere, per difendere e acquisire diritti che non conoscono bandiera.

 

Firmato:

La Consulta per le Pari Opportunità del Comune di Santa Croce sull'Arno e le Associazioni:
-Auser
-Modus
-A.i.d.m. (Associazione italiana Donne medico)

Il Comitato d'Ente per le Pari Opportunità del Comune di Santa Croce sull'Arno

 

Santa Croce sull'Arno, 5 Marzo 2010