TORNA ALLA VERSIONE GRAFICA

COMUNE DI SANTA CROCE


lòdfgLorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Vivamus tincidunt. Curabitur orci. Donec in diam at tellus vestibulum blandit. In a est at arcu malesuada venenatis. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus luctus dui id leo. Nulla facilisi. Proin eu est. Etiam vulputate aliquam lacus. Vestibulum nec tortor. Integer neque nunc, venenatis quis, laoreet in, tincidunt sed, lorem. Pellentesque mattis felis a ipsum. Nam vel felis non dui vestibulum egestas. Donec nec ipsum. Vivamus

CONTENUTI

Comune di Santa Croce

In distribuzione l'atto di donazione da parte del Comune a Oringa Menabuoi di una casa, primo nucleo del Monastero di Santa Cristiana




COMUNICATO STAMPA

In distribuzione la riproduzione dell'atto con cui, nel 1279,
il Comune donò a Oringa Cristiana Menabuoi un casa,
primo nucleo del monastero di Santa Cristiana.

Il prossimo 4 gennaio si concluderanno le celebrazioni del 7° centenario della morte di Santa Cristiana, al secolo Oringa Menabuoi, avvenuta appunto il 4 gennaio 1310.
Le celebrazioni, il cui programma è stato curato da un apposito comitato a cui l'Amministrazione Comunale ha aderito fin dalla sua istituzione, erano iniziate esattamente un anno fa, con una cerimonia religiosa al termine della quale il Sindaco aveva dato lettura della traduzione dell'atto con cui, il 24 dicembre 1279, il suo predecessore Bonaiuto del fu Bartolone, sindicus del Comune di Santa Croce sull'Arno, su mandato del Consiglio Generale, donò a Oringa Cristiana Menabuoi la casa che sarebbe diventata il primo nucleo del monastero che porta oggi il suo nome.
Fu un momento di grande emozione collettiva.
La pergamena, conservata presso l'archivio arcivescovile di Pisa, non solo attesta il profondo legame che unisce, fin dall'origine, le istituzioni civili di Santa Croce e Santa Cristiana, la nostra storia collettiva e la storia del suo convento, ma rende attuale e viva la presenza in mezzo a questa comunità della nostra santa concittadina, quasi che i sette secoli che ci separano dalla sua morte siano trascorsi in un attimo.
Per questa ragione, oltre che per l'indubbio significato storico del documento, l'Amministrazione Comunale ha deciso di farlo "uscire" dall'archivio dove è rimasto finora conservato e di farlo diventare patrimonio di tutti i santacrocesi.
E' stato quindi provveduto, per i tipi della Pacini Editore, di riprodurre a stampa la pergamena originale, di inserirla in un agile opuscoletto contenente, oltre al saluto del Sindaco, alcuni cenni storici sul contesto, la portata ed il contenuto del documento, e di distribuirla gratuitamente a tutte le famiglie del Comune.
Come punti di distribuzione sono stati al momento individuati: il palazzo comunale, la biblioteca comunale, l'ufficio comunale di Staffoli, le parrocchie di Santa Croce sull'Arno, Staffoli e San Donato, la Pro-Loco e la sede del Moto Club in Corso Mazzini 39/A (aperta tutti i giorni dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalla 14,00 alle 18,00).
Il tutto, come ulteriore, concreta partecipazione dell'Amministrazione Comunale alla celebrazione del settimo centenario dalla morte della Santa, ma anche come tangibile testimonianza di ciò che, nel nome di Santa Cristiana, unisce noi santacrocesi del duemila ai nostri antenati medioevali ed quelli che, dopo di noi, si troveranno a vivere in questa nostra terra.

IL SINDACO
(Osvaldo Ciaponi)

Santa Croce sull'Arno, 31 dicembre 2009

 



Download


 

Altre News